Seguici su:

Informazioni Nuovo Coronavirus

Nuovo Coronavirus Decalogo Comportamenti

  1. Lavati spesso le mani con acqua e sapone o con gel a base alcolica
  2. Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratore acute
  3. Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani
  4. Copri bocca e naso con fazzoletti monouso se starnutisci o tossisci. Se non hai un fazzoletto usa la piega del gomito
  5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici a meno che siano prescritti del medico
  6. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
  7. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o se assisti persone malate
  8. I prodotti "made in china" e i pacchetti ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
  9. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus
  10. In caso di dubbi non recarti al Pronto Soccorso: chiama il tuo medico di base e segui le sue indicazioni

Comunicati

Comunicazioni | Sociale

#Covid19 - Distribuzione mascherine per persone a rischio

Attivata la distribuzione di mascherine chirurgiche per persone a rischio grazie alla collaborazione con ANCI Marche, Protezione Civile e Ambito Sociale 6.

L'Amministrazione Comunale, grazie alla collaborazione con ANCI Marche, Protezione Civile ed Ambito Sociale 6, ha attivato la distribuzione di mascherine di tipo chirurgico riservate a persone a rischio (soggetti affetti da patologie) e per le categorie più fragili della nostra comunità (anziani soli) oltre che a persone positive o in quarantena obbligatoria.

Le persone interessate possono farne richiesta

Comunicazioni | Sociale

Attivazione Conto Corrente dedicato alle donazione per emergenza Covid-19

L'Amministrazione Comunale ha attivato un conto corrente dedicato alla raccolta di donazioni per aiutare famiglie e concittadini in questo periodo di crisi economica per il Covid-19.

L'Amministrazione Comunale di San Costanzo ha attivato un conto corrente bancario dedicato alla raccolta di donazioni da privati, associazioni, fondazioni e aziende per aiutare concittadini e famiglie colpite dalla crisi economica per covid-19 per il pagamento di utenze domestiche e canoni di locazione.

Coordinate Bancarie per effettuare la donazione:

IBAN: IT66B0521668550000000011685 
Intestato a Comune di San Costanzo
Causale: DONAZIONE PER EMERGENZA COVID-19

Privati

Per le donazioni in denaro effettuate nell'anno 2020 dalle persone fisiche (privati) e dagli enti non commerciali, in favore degli enti locali per emergenza COVID-19 spetta una detrazione dall'imposta lorda sul reddito pari al 30% per importo non superiore a 30.000 euro.

Aziende

Le donazioni in denaro per emergenza COVID-19, effettuate nell'anno 2020 dalle imprese e società, sono deducibili sia dal reddito che dall'IRAP, quindi da contabilizzare tra i costi d'esercizio.

Maggiori Informazioni

Per informazioni contattare l'Ufficio Contabilità

Comunicazioni | Dall'Ente

DPCM 17 maggio 2020 misure contenimento coronavirus

E' stato firmato dal Presidente Giuseppe Conte il DPCM del 17 maggio 2020 relativo alle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 previste nell’ambito della cosiddetta "Fase 2".

Comunicazioni | Sicurezza

Nuovo Coronavirus - Le nuove misure di contenimento valide fino all'8 marzo 202

Decreto Presidente Consiglio dei Ministri n.1 del 1 marzo 2020 valide per la provincia di Pesaro e Urbino in vigore dal 1 marzo al 8 marzo 2020

Estratto dal DPCM del 1 marzo 2020

2. Misure applicabili nelle regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto e nelle province di Pesaro e Urbino e di Savona

Per tali regioni e province si stabilisce quanto segue:

  • la sospensione degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, sino all’8 marzo 2020, in luoghi pubblici o privati, a meno che non si svolgano “a porte chiuse”. Restano consentite le sessioni di allenamento, sempre “a porte chiuse”;
  • il divieto di trasferta organizzata dei tifosi residenti nelle stesse regioni e nelle province di Pesaro e Urbino e di Savona, per assistere a eventi e competizioni sportive che si svolgano nelle restanti regioni e province;
  • la sospensione, sino all’8 marzo 2020, di tutte le manifestazioni organizzate, di carattere non ordinario, nonché degli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico, quali, a titolo d’esempio, grandi eventi, cinema, teatri, discoteche, cerimonie religiose;
  • è consentito lo svolgimento delle attività nei comprensori sciistici a condizione che il gestore provveda alla limitazione dell’accesso agli impianti di trasporto chiusi assicurando la presenza di un massimo di persone pari ad un terzo della capienza (funicolari, funivie, cabinovie, ecc.);
  • l’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;
  • la sospensione, sino all’8 marzo 2020, dei servizi educativi dell’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica, di corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per anziani, ad esclusione dei medici in formazione specialistica e tirocinanti delle professioni sanitarie, salvo la possibilità di svolgimento a distanza;
  • la sospensione delle procedure concorsuali pubbliche e private, ad esclusione dei casi in cui venga effettuata la valutazione dei candidati esclusivamente su basi curriculari e/o in maniera telematica, nonché ad esclusione dei concorsi per il personale sanitario, ivi compresi gli esami di Stato e di abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo, e di quelli per il personale della protezione civile;
  • lo svolgimento delle attività di ristorazione, bar e pub, a condizione che il servizio sia espletato per i soli posti a sedere e che, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali, gli avventori siano messi nelle condizioni di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;
  • l'apertura delle attività commerciali diverse da quelle di ristorazione, bar e pub, condizionata all’adozione di misure organizzative tali da consentire un accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate o comunque idonee a evitare assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra i visitatori;
  • l'apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura, a condizione che assicurino modalità di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e tali che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;
  • la limitazione dell’accesso dei visitatori alle aree di degenza, da parte delle direzioni sanitarie ospedaliere;
  • la rigorosa limitazione dell’accesso dei visitatori agli ospiti nelle residenze sanitarie assistenziali per non autosufficienti;
  • la sospensione dei congedi ordinari del personale sanitario e tecnico, nonché del personale le cui attività siano necessarie a gestire le attività richieste dalle unità di crisi costituite a livello regionale;
  • l'obbligo di privilegiare, nello svolgimento di incontri o riunioni, le modalità di collegamento da remoto con particolare riferimento a strutture sanitarie e sociosanitarie, servizi di pubblica utilità e coordinamenti attivati nell’ambito dell’emergenza COVID-19.
Comunicazioni | Sicurezza

Nuovo Coronavirus - Ordinanza n.1 Presidente della Giunta Regionale Marche del 25 febbraio 2020

Ordinanza in vigore fino dalle ore 00:00 del 26 febbraio alle ore 24:00 del 4 marzo 2020. [Aggiornamento] Nota Esplicativa all'Ordinanza Regionale emessa in data 27 febbraio.

Vista l’ordinanza n. 1 del Presidente della Regione Marche si comunica la sospensione:

  • delle attività scolastiche di ogni ordine e grado, compresi asili nido privati;
  • di tutte le manifestazioni pubbliche di qualsiasi natura;
  • dei concorsi pubblici e viaggi di istruzione.

Si comunica inoltre la chiusura di musei, biblioteche, istituti e luoghi di cultura. 
L’ordinanza è in vigore dalle ore 00:00 del 26 febbraio alle ore 24:00 del 4 marzo 2020.

Aggiornamento del 27 febbraio 2020.

Nota esplicativa in merito all'Ordinanza in allegato.

torna all'inizio del contenuto