Seguici su:

Modulo comunicazione di ospitalità

La dichiarazione di ospitalità è un documento essenziale per lo straniero che desidera arrivare in Italia: deve consegnarla al consolato italiano del suo Paese, affinché possa ottenere il visto turistico. È molto importante anche per il cittadino extracomunitario che è già in Italia, ai fini del rinnovo del permesso di soggiorno.

Cos’è e come funziona

Gli stranieri extracomunitari devono dimostrare allo stato italiano di avere un posto dove alloggiare. Questa garanzia è obbligatoria in caso di:

  1. Turismo, quindi soggiorno di breve durata, per cui è necessario solo il visto turistico;
  2. Rilascio o rinnovo del permesso di soggiorno, quindi per soggiorni di più lunga durata.

Il posto dove lo straniero intende alloggiare può essere:

  • Un albergo, un hotel, un b&b o altra struttura ricettiva; In questo caso, lo straniero deve presentare la ricevuta di prenotazione al consolato italiano del suo Paese, che gli rilascia quindi il visto turistico;
  • Una casa di un privato; in questo caso il proprietario o l’inquilino di questa casa, deve rilasciare allo straniero una dichiarazione di ospitalità (insieme alla fotocopia di un documento di identità); lo straniero la presenta al consolato italiano nel suo Paese, che quindi provvede a rilasciargli il visto turistico.

Ricevuta di prenotazione oppure dichiarazione di ospitalità, sono garanzie necessarie anche se lo straniero arriva da un Paese che, in base a specifiche intese con l’Italia, gli consente di entrare qui senza visto turistico. In questo caso il documento quindi non va presentato al consolato per ottenere il visto turistico, ma semplicemente alla frontiera, per dimostrare di avere un punto d’appoggio in Italia.

Per cittadini extracomunitari

L’ospitante deve fornire al cittadino extracomunitario una dichiarazione di ospitalità, contenente i seguenti dati:

  1. Dati del dichiarante (nome e cognome, data e luogo di nascita, residenza);
  2. Dichiarazione di fornitura alloggio;
  3. Dati del cittadino extracomunitario ospitato
  4. La dichiarazione che sei proprietario o affittuario dell’immobile;
  5. La tua firma.

In allegato alla dichiarazione occorrono i seguenti documenti:

  • Fotocopia del documento di identità dell’ospitante;
  • Fotocopia dell’atto di proprietà o del contratto di locazione dell’immobile.

La dichiarazione di ospitalità è necessaria se sei un cittadino extracomunitario che sta chiedendo:

  1. Il visto turistico per l’Italia; una volta che l’ospitante ti consegna la dichiarazione di ospitalità devi portarla al consolato italiano nel tuo Paese, che finalmente ti rilascerà il visto;
  2. Il permesso di soggiorno o il rinnovo; in questo caso devi consegnare la dichiarazione di ospitalità al consolato, oppure in questura se sei già in Italia e desideri rinnovare il permesso di soggiorno.

Cittadini italiani

Quando ospiti qualcuno in casa tua, devi darne comunicazione alla Polizia Locale (Questura) se:

  1. Stai ospitando uno straniero o apolide;
  2. Stai ospitando un cittadino italiano; in tal caso la comunicazione è necessaria solo se il soggiorno in casa tua dura più di 30 giorni, altrimenti non è necessaria.

Modulo comunicazione di ospitalità

 

Ulteriori informazioni

torna all'inizio del contenuto